Lago di Garda

Territorio

Il lago di Garda ha il caratteristico clima mediterraneo: qui crescono l’olivo, il limone, l’arancio, l’agave e la palma. Si può dire che il turismo gardesano è stato iniziato da Goethe che sostò a Torbole dove comincia l’antica gardesana Orientale. La strada percorre la sponda veronese del lago dominata fino al golfo di Garda dall’imponente catena del monte Baldo, “giardino botanico d’Italia” per le specie qui presenti, rarissime o uniche nella flora mondiale. Proseguendo verso sud si incontra Malcesine, col poderoso castello medievale e il palazzo municipale, antica sede dei capitani veneti. Malcesine è punto di partenza dell’ardita funivia che conduce sul Baldo. Dopo vi è Brenzone, dalle acque cristalline, antico paese costituito da tranquille frazioni e Torri del Benaco, caratteristico centro di pescatori, caro al poeta mediceo Poliziano. Seguono la punta S.Vigilio protesa nel lago, soggiorno di Laurence Oliver e del poeta tedesco Otto Taube, e Garda, che dà il nome al lago, cittadina di antichissima origine, nell’ampio golfo dominato dalla Rocca, legata alla memoria dei re longobardi e prigionia dell’imperatrice Adelaide vedova di Lotario. Poi Bardolino, con le sue mura scaligere, le chiese, i parchi e le ville di epoca Veneziana: l’ottocentesca villa Guerrieri- Rizzardi, costruita sull’area di un’altra più antica, ha di notevole il parco, prospiciente il lago, con resti di antico castello o fortilizio; la villa Gianfilippi- Campostrini costruita nel 1541 che ospitò lo zar Alessandro di Russia e Ferdinando IV di Napoli. E ancora villa Bottagisio, Villa Marzan a Cisano e Villa Betteloni a Calmasino. Lasciata Bardolino, famosa per i suoi vini, troviamo l’antico borgo di Lazise, con i suoi reperti dell’età del bronzo e la cinta delle mura e il castello scaligero quasi intatti. Infine Peschiera, antica e potente fortezza ricordata da Dante, teatro di assedi e battaglie di ogni epoca. Qui fanno capo l’autostrada “Serenissima” e la ferrovia Milano- Venezia; la zona si apre lungo il Mincio, che Catullo risaliva con il suo “faselus”, verso la bella pianura mantovana cantata da Virgilio. Qui il lago si allunga dentro il fiume con l’incantevole Passeggiata Naturalistica dell’Alto Mincio.

Numerosi gli sport che si possono praticare e le attrazioni del nostro lago. In primis la vela e il windsurf, senza dimenticare il kytesurf praticato nelle località del alto lago complice il vento che creano i monti che costeggiano il lago.

Altri sport più "tranquilli" sono canoa e kajak.

I tipici prodotti del Lago di Garda del versante Veronese sono il famoso olio extra vergine DOP e vini di fama mondiale come il Bardolino Chiaretto DOC classico, limoni, arance, lime, mandarini e bergamotto

1. Peschiera

2. Lazise

3. Bardolino

4. Punta S.Vigilio

5. Torri del Benaco

6. Malcesine

Per maggiori informazioni o per prenotare
CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.